« La persona ha impiegato 14 anni per costruire la più grande casa sull’albero del mondo, ma aspetti di vedere l’interno. »

INTÉRESSANT

« Der Besitzer, Horace Burgess, sostiene che gli sia stato ordinato da Dio di costruire la casa. Un altro soprannome per essa è « The Minister’s Tree House ».

Dal 1993 sono stati utilizzati quasi 250.000 chiodi per costruire la casa a dieci piani, che poggia su una fondazione di sei querce. La superficie totale « abitabile » supera i 3000 metri quadrati, compresi tutti i piani.

La casa ha richiesto 14 anni per essere costruita e nonostante la sua costruzione esclusivamente in legno, è stata stimata a circa 12.000 dollari USA.

Che tipo di persona costruirebbe una cosa del genere? Forse penseresti che sia pazzo. Horace Burgess ha affermato di aver ricevuto da Dio nel 1993 l’incarico di costruire la casa sull’albero e che mai gli sarebbe mancato il legno.

Finora sembra che Dio abbia mantenuto la sua promessa. La struttura ha un’ampia area centrale che può essere utilizzata per le preghiere e per giocare a basket, oltre a un piano attico al decimo piano.

È inclusa anche una campana della chiesa che pesa mezza tonnellata. Le numerose assi di legno di cui è composto l’edificio ora portano i segni dei visitatori che lo hanno esplorato.

La casa, che era stata in funzione per un certo periodo, è stata chiusa nel 2012 a causa di violazioni del codice antincendio locale. I vigili del fuoco locali temevano che potesse scoppiare un grande incendio, il che sarebbe stato disastroso per una struttura completamente in legno.

Infine, è successo… La più grande casa sull’albero del mondo, una struttura di legno alta 97 piedi a Crossville, Tennessee, è stata ridotta in cenere in meno di mezz’ora.

Negli anni ’90, l’architetto Harold Burgess ha detto in un’intervista: « Se costruisci una casa sull’albero, non ti mancherà mai il materiale ». E così è stato. The Minister’s Treehouse è stato costruito per oltre due decenni con legno grezzo donato dai residenti.

La villa comprendeva 80 stanze, tra cui aule, camere da letto e una cucina, distribuite su cinque piani e tenute insieme da una quercia bianca alta 80 piedi.

Un ampio portico collegava i livelli tramite una scala a chiocciola. Il design interno, che includeva una Bibbia intagliata a mano, una grande croce e panche di chiesa in legno, mescolava con successo elementi umoristici e spirituali.

La parola « GESÙ » era leggibile nell’erba accuratamente curata sotto la struttura. La casa sull’albero attirava turisti in cerca di un’esperienza unica, essendo utilizzata anche per servizi religiosi.

I funzionari del controllo antincendio dello Stato vietarono il turismo nella casa sull’albero nel 2012 a causa di diverse violazioni, tra cui l’assenza di un sistema di distribuzione del carico, pavimenti irregolari e rischi di caduta, superamento dei limiti e l’assenza di un professionista del design con licenza.

Quando l’ispettore del controllo antincendio dello Stato ordinò la chiusura dell’edificio, Burgess mise un cartello che recitava: « Chiuso dal Controllo Antincendio dello Stato. Presentate le vostre lamentele a loro ».

Il capitano Derek Carter del Dipartimento dei Vigili del Fuoco della Contea di Cumberland era già sul posto quando la polizia locale è stata contattata per segnalare l’incendio.

« Quando siamo arrivati, era praticamente un cumulo di detriti. » « Il fuoco era così intenso che abbiamo dovuto parcheggiare a 500 metri di distanza », ha detto Carter. Una volta sul posto, ai pompieri ci sono voluti quasi 15 minuti per spegnere il fuoco.

Macy Leatherwood, una residente di Pigeon Forge, ha trascorso il Natale 2018 con la sua famiglia al Cumberland Mountain State Park. Secondo Leatherwood, la casa sull’albero del ministro è stata « l’apice del viaggio » per le sue dimensioni e originalità.

Anche se poteva vederla solo attraverso la recinzione, aveva una vista splendida. È rimasta sconvolta quando ha appreso che la casa era stata distrutta.

« Sarà senza dubbio un ricordo prezioso di una vacanza in famiglia, e non dimenticherò mai questa casa sull’albero. »

Il capitano Carter, che ha visitato la casa sull’albero come turista prima che venisse chiusa al pubblico, l’ha descritta come « una trappola mortale ». Ha riassunto l’esperienza aggiungendo: « Era molto bello, ma anche molto pericoloso. »

Good Info