« Un uomo sconvolto trova un serpente in una borsa di broccoli che ha acquistato da Aldi… »

INTÉRESSANT

In un giorno qualunque, Neville Linton, 63 anni, stava facendo la spesa per alimenti. Tuttavia, ha fatto una « sconcertante » scoperta in un mazzo di broccoli.

Era andato come al solito a fare acquisti da Aldi nelle West Midlands, in Inghilterra. Tuttavia, alcuni giorni dopo, mentre stava cucinando, ha aperto il sacchetto e ha trovato un serpente nella verdura.

È il incubo di chiunque soffra di ophidiophobia. Purtroppo, Linton aveva una grande paura dei serpenti.

Linton, che lavora nella pulizia industriale, è stato salvato dai suoi parenti, che sono arrivati immediatamente e hanno afferrato il serpente. « È stato piuttosto spaventoso », ha detto il nonno.

« Non sopporto i serpenti. È fortunato che non abbia lasciato semplicemente i broccoli in cucina, altrimenti si sarebbe diffuso per tutta la casa. Avendo qui due persone sensibili, sarebbe stato un grosso rischio per noi ».

Dopo aver scoperto il rettile, ha chiamato sua sorella Ann-Marie Tenkanemin, 57 anni, che lo ha identificato come un serpente. La coppia ha catturato il rettile in un contenitore di plastica e lo ha riportato da Aldi.

« Inizialmente ho pensato stesse scherzando », ha detto Linton riguardo all’identificazione del serpente da parte di Tenkanemin, « ma quando l’ho visto muoversi, mi sono trattenuto ». « Anche il ragazzo nel negozio era molto spaventato ».

Anche se è stata concessa un’indennità, Linton crede che il caso meritasse più attenzione, poiché il serpente rappresentava un pericolo per i suoi parenti vulnerabili, tra cui suo figlio paralizzato e sua suocera.

« Non è sufficiente – gli effetti per noi se si fosse diffuso in casa sarebbero stati enormi », ha spiegato. « C’è anche l’impatto emotivo di avere paura dei serpenti ».

« Il nostro fornitore non ha mai ricevuto una lamentela del genere e ha implementato processi robusti per prevenire tali problemi », ha detto un rappresentante di Aldi.

« Stiamo esaminando questo evento isolato e ci scusiamo con il signor Linton per non aver rispettato i nostri normali standard elevati ».

Uno specialista dello zoo di Dudley ha identificato il rettile come un giovane colubro, ha detto Donovan, 41 anni, il figlio di Linton. Anche se sembrano spaventosi e possono causare un morso doloroso, non sono velenosi.

Possono essere trovati in molti paesi europei, tra cui Spagna, Portogallo e parti di Italia e Francia. Siepi, foreste, vigneti, tane di roditori, alberi cavi, frutteti e rocce sono habitat ideali per loro.

I colubri sono tipicamente solitari, aggressivi e difensivi. Respingeranno i nemici mordendo con i loro denti affilati e emettendo un terribile odore. Nonostante la loro natura carnivora, evitano gli esseri umani.

Invece, si nutrono di roditori come topi e conigli, nonché di uccelli, ragni, lucertole e insetti. Il rettile intrufolatosi nei broccoli è stato trasferito allo zoo di Dudley.

Tuttavia, l’erpetologo Dr. Steven J. R. Allain lo identifica come un colubro, fortunatamente meno letale. « Dopo aver esaminato la foto reale del serpente nei broccoli, non sono sicuro che lo zoo abbia identificato correttamente la specie », ha notato Allain.

« Secondo la mia competenza professionale, il serpente è un colubro (Natrix maura), una specie innocua che si nutre di pesci, presente in tutta la regione sud-occidentale dell’Europa e in Nordafrica ».

Specula su come sia potuto finire nei broccoli.

« Dato che la regione mediterranea fornisce una grande parte degli alimenti coltivati e importati nel Regno Unito, non è sorprendente trovare una specie di questa regione in alcune verdure probabilmente coltivate lì ».

Il serpente probabilmente si stava muovendo attraverso il campo in quel momento, prima di essere catturato dalle macchine agricole e di cercare rifugio nei broccoli, secondo la mia opinione ».

Good Info