La grotta « Utroba » (utero) in Bulgaria probabilmente era un luogo di culto trace.

INTÉRESSANT

Una spedizione nei pressi della città di Kardzhali in Bulgaria ha portato alla scoperta di una grotta strana e complessa.

Chiamata grotta « Utroba » (утроба), che in bulgaro significa « utero », è adornata con intagli e nicchie rocciose, una delle quali assomiglia sorprendentemente alla vulva umana. Quindi, era il risultato di processi naturali o qualcos’altro?

Esaminando più attentamente la grotta Utroba, i ricercatori hanno scoperto che alcune delle sue caratteristiche erano state intenzionalmente modellate dall’uomo, tra cui una fessura ampliata e modellata nella parete rocciosa con intagli semicircolari.

Qualcosa che è stato realizzato con tale cura suggerisce che probabilmente una volta ha avuto uno scopo importante.

Per quanto riguarda l’autore, potrebbe essere opera di un gruppo chiamato Traci, associato a diversi santuari rupestri nella regione.

Erano un antico popolo che si estendeva su parte dell’Europa, inclusa l’attuale Bulgaria, dove è stata trovata la grotta Utroba.

Risalgono al 3500 a.C. e avevano una cultura avanzata che includeva varie forme d’arte, tra cui poesia e musica.

Oltre alla nicchia vulvare, la grotta Utroba comprende un’area di circa 2 chilometri quadrati, con diverse formazioni rocciose e intagli che indicano l’importanza culturale del luogo.

Secondo il Ministero del Turismo della Repubblica di Bulgaria, potrebbe essere stato il luogo di rituali che includevano sharapanas, vasche rocciose fatte dall’uomo per contenere il vino per cerimonie culturali.

Parte della magia di Utroba prende vita quando la luce colpisce esattamente al momento giusto intorno a mezzogiorno, filtrando attraverso un piccolo varco e accentuando la sua estetica.

« È chiamata [Utroba] per la sua forma, che ricorda l’utero di una donna », scrivono. « Un altare è inciso all’estremità interna meridionale della grotta.

La proiezione della luce all’ingresso si muove lungo le pareti e il pavimento della grotta e si sincronizza con il movimento del sole.

Raggiunge il suo massimo intorno a mezzogiorno e si estende lungo l’asse centrale della grotta fino a un altare creato artificialmente, simile a un utero femminile. »

Circa cosa potrebbe essere successo esattamente nella grotta, ci sono molte domande. In un lavoro del 2018, Evgeni Koev ipotizza che potrebbe essere stato uno spazio protetto per persone che cercavano di concepire o per offerte rituali per promuovere la vita – che fosse la gravidanza o qualcosa di agricolo.

Koev suggerisce che alcune parti della grotta mostrano anche somiglianze con frutta e cereali nella loro forma, quindi potrebbe anche essere stata utilizzata per favorire la fertilità del suolo.

Restano molte domande aperte su chi abbia utilizzato la grotta Utroba e cosa esattamente significasse per loro, ma questa collaborazione tra le imperfezioni naturali rocciose della terra e gli artistici antichi uomini è certamente una caratteristica notevole del paesaggio bulgaro.

Good Info